Mario Giachino
Mario Giachino
Versione italianaEnglish version
La mia musica

In questa pagina sono a vostra disposizione le mie creazioni.
I brani sono organizzati in album che, però, sono del tutto virtuali, infatti non esistono edizioni di questi brani diverse da questa; la necessità di non fare un lungo elenco mi ha portato ad organizzarli in album ma... ogni altra organizzazione è possibile ed è lasciata alla vostra fantasia.
Qui a destra potete ascoltare i vari brani e potete accedere ai brani dei vari album cliccando sulle copertine.
Per scaricare i brani in MP3 utilizzate il tasto destro del vostro mouse sull'icona MP3. Prima di utilizzare i brani al di fuori dell'ascolto privato assicuratevi di aver preso visione della pagina relativa a Termini e condizioni.
Se desiderate provare a riprodurre la mia musica potete scaricare gli spartiti in PDF.
Partiamo dalle produzioni più recenti...


Sailing to Byzantium
Sailing to Byzantium
1. Enivrez-vous - C. Baudelaire
2. Texan - C. Bukowski
3. La llibertat - D. Cano
4. En busca de Carlota - V. Cervera Salinas
5. Standing female nude - C. A. Duffy
6. Je suis comme je suis - J. Prevert
7. Ogni matto - J. M. Serrat
8. Time does not bring relief - E. St. Vincent Millay
9. Amaro accordo - G. Ungaretti
10. Sailing to Byzantium - W. B. Yeats
Sailing to Byzantium
La scrittura per coro di Carmina Cantabrigiensia mi ha fatto scoprire quanto sia interessante l'intreccio tra musica e parole, così ho deciso di provare a scrivere qualche cosa per un una voce cantante. Ma i testi? Ci ho pensato un po' su e poi ho deciso di scegliere tra i poemi che amo di più quelli che più si adattano alla musica che scrivo e... ecco fatto, è nato Sailing to Byzantium. Baudelaire, Bukowski, Prévert, Millay, Ungaretti e Yeats ma anche autori più recenti o meno noti (ma non per questo meno validi), come Caño, Duffy, Salinas. Uno dei poemi era già in musica, si tratta di una canzone di Joan Manuel Serrat, alla quale sono particolarmente affezionato e che ho solo tradotto e adattato in italiano.
Con questo album, quindi, affronto la canzone e, al tempo stesso, la poesia.
Non sono disponibili le versioni audio perché al momento ancora nessuno ha cantato queste canzoni ma... se ve la sentite, fatevi avanti, sia gli spartiti sia il libro completo (5,5MB) sono disponibili.

...e non dimenticatevi di farmi sapere che cosa ne pensate.

I testi dei brani, cioè le poesie, li trovate nel libro (5,5MB) oppure cliccando qui.



Carmina Cantabrigiensia
Carmina Cantabrigiensia
1. Intro (The Cambridge Songs)
2. De Epiphania
3. De Luscinia.mp3
4. Carmen Christo Dictum
5. De Puero Niveo
6. Mendosa Cantilena
7. Cantilena in Heinricum III Regem Coronatum
8. De asino Alfradae
9. Diapente et Diatesseron
10. Versus ad Popponem
11. Invitatio Amicae
12. De Proterii Filia
13. Hipsipile Archemorum Plorat
14. Nenia de Mortuo Conrado II Imperatore
15. Sacerdos et lupus
16. Ad Mariam
17. Nisus Omnigeni
18. Gratulatio Reginae a Morbo Recreatae
19. De Iohanne Abbate
20. Resurrectio
21. Magister Puero
22. Veni Dilectissime
23. Eia Obsecra
ATTENZIONE: Le voci dei solisti e del coro non sono reali ma campionate e devono essere intese solo a titolo esemplificativo.
Carmina Cantabrigiensia
Il mio secondo progetto: un'opera per coro e piccola orchestra.
Il mio desiderio era provare a mettere in musica dei testi per un coro. Mi sono sembrate un ottimo soggetto le poesie medievali raccolte nei Carmina Cantabrigiensia.
I Carmina Cantabrigiensia, conosciuti anche come The Cambridge Songs, sono una raccolta di 83 poesie (cantiche o carmen) composte in latino da diversi autori tedesco-renani tra il 968 e il 1039, trascritte all'epoca, probabilmente in Sud Tyrol, e conservate in parte (Carmina da 1 a 49) nel manoscritto di Cambridge della prima metà del sec. XI.
Spaziano attraverso tutti i generi e alcune parti sono state soggette a censura da parte dell'autorità ecclesiastica. Ad esempio del carmen XLIX (Veni Dilectissime) restano ben poche parole, ricomposte parzialmente in tempi moderni.
Si crede che i Carmina Cantabrigiensia fossero musicati ma non ci è giunta alcuna traccia delle musiche originali. In quest'opera musicale sono medievali solo i poemi, non certamente la musica, la quale è attuale e non cerca in alcun modo di avvicinarsi al periodo storico in cui i carmina sono stati scritti ma solo al loro spirito, al tema trattato e ai contenuti.
L'organico è semplice: coro, composto da voci bianche e nere, e piccola orchestra da camera. Alcuni brani sono per cantante solista, uno a cappella e uno con strumento solista che duetta con cantante solista. Scelte effettuate nell'ottica di interpretare, in chiave moderna, testi che pur dopo mille anni conservano il loro fascino originale.
Se qualcuno deciderà di mettere a repertorio uno o più di questi brani, mi mandi le registrazioni, in modo che io possa pubblicarle: purtroppo con gli strumenti di cui dispongo non posso simulare le voci del coro con risultati accettabili.

Oltre ai singoli spartiti, è disponibile anche il libretto (16 MB) con spiegazioni, testi e traduzioni, oppure il libro (70 MB) che contiene tutti gli spartiti, copia dei fogli originali di Cambridge, spiegazioni, testi e traduzioni.

Maggiori informazioni su quest'opera anche attraverso le pagine dedicate a Carmina Cantabrigiensia rimanendo in questo sito web.

Se necessitate delle parti distinte, contattatemi per avere il file di Finale.
Hey! Non dimenticatevi di farmi sapere che cosa ne pensate.


Io sono Odisseo
Io sono Odisseo
1. La guerra e' finita
2. La promessa di Penelope
3. Naufragio a Scheria
4. Nausicaa
5. Io sono Odisseo
6. Polifemo
7. Eolo
8. I Lestrigoni
9. La dea Circe
10. Madre Mia
11. Le sirene
12. La ninfa Calipso
13. Telemaco e Teoclimeno
14. A Itaca (Io sono Odisseo)
15. Argo
16. Tiro con l'arco
17. La strage
18. Penelope e Odisseo
19. La profezia di Tiresia
Io sono Odisseo
Un anno di silenzio, un anno di lavoro. Ho deciso di lasciare da parte la scrittura di brani fatta così, man mano che arrivano, e di provare ad impegnarmi in qualche progetto.
Ecco qui il primo: Io sono Odisseo, un lavoro sulla storia narrata da Omero, sui punti e sui valori che mi hanno colpito o anche solo semplicemente interessato.
Tutto il lavoro è basato su quella che per me è la migliore e più fruibile la miglior traduzione in circolazione, quella di Maria Grazia Ciani edita da Marsilio.

È possibile scaricare il libretto, che riporta per ogni brano la frase a cui mi sono ispirato e qualche mio appunto. (6 MB)
Oltre ai singoli spartiti, è disponibile anche il libro contenente tutti gli spartiti (10 MB). Se necessitate delle parti distinte, contattatemi per avere il file di Finale.
Il mio amico Kim Planella, affermato autore e regista teatrale catalano, docente di arte drammatica e raffinato musicista e compositore, ha preso in seria considerazione il mio lavoro e mi ha onorato con la stesura di un documento con i suoi commenti sui singoli brani che lo compongono, documento che ho tradotto e sono fiero di condividere con voi.

Fatemi sapere anche voi che cosa ne pensate.


POI
POI
1. Silly Jazz
2. Passeggiata a Vienna
3. Slovak Prayer
4. Some Snowflakes
5. Studio
6. Un Sabato di Chitarre
7. Giochiamo
8. You're our mistakes
9. Dal finestrino
10. Un Sabato di Chitarre (Acoustic)
POI
Arrivato a questo punto la domanda è stata: e poi? Ho raccolto idee, idee che POI ho messo in ordine, cercando dei POI, dei Point Of Interest...
Iniziamo con un brano un po' sciocco... Silly Jazz, con un'introduzione scritta pensando (presuntuosamente) alla chitarra del mio amico Giorgio. Continuiamo con ciò che mi è rimasto, sul mio pentagramma, di una settimana passata a Vienna.
L'aria delle Heuriger viennesi mi ha suggerito un brano che parla di Vienna ma in contrasto con lo stereotipo viennese: Passeggiata a Vienna; durante quella vacanza, nella splendida cattedrale di San Martino, a Bratislava, sono rimasto ipnotizzato dal tono monocorde di colui che guidava la preghiera, credo un rosario. L'ho registrato perché questo suono continuo e monotono, in quell'ambiente, mi ha suggerito altri suoni che ho voluto provare a mescolare a ciò che ho registrato: Slovak Prayer.
Some Snowflakes e Studio, due brani da... meditazione? Sì. La musica per l'ascolto. Presuntuoso? Forse ma eravate stati avvisati: quello che si deve divertire sono io! :o)
La chitarra, quella classica, ha sempre rappresentato una sfida, per me. Alla fine mi sono deciso e l'ho affrontata. Certo senza qualche suggerimento tecnico del mio amico Giorgio non ce l'avrei mai fatta: Un Sabato di Chitarre è il risultato.
Un tema scritto in gioventù che ho sempre considerato troppo semplice (vedi lo spartito: è la versione originale per coro e clavicembalo). Infine ho deciso di ri-armonizzarlo e ne è nato Giochiamo.
Infine due brani, You're our mistakes e Dal finestrino dove ho ricercato sonorità nuove e diverse, per concludere questo album che considero di ricerca.

2nd
2nd
1. Seven and Eight
2. Volo radente
3. Cammelli
4. Corale
5. La favola della sera
6. Relitti
7. Synthetic hymn
8. Danza zingara
9. Amen - Insistito molto
10. Danza d'agosto
11. High view
12. Notte di Natale
13. Variaz. su son. op. 49
2nd
Ho raccolto nel mio secondo album la mia musica che ritengo essere un po' più matura. Gli organici sono un più... realistici e la musica stessa non si accontenta più di soddisfare il gusto del compositore (il mio) ma c'è la ricerca del gusto comune. Insomma: scrivere (anche) per gli altri.
Ovviamente non ho abbandonato la ricerca: in Seven and Eight cerco di proporre lo stesso tema con un tempo ostico, come 7/8, e poi in 4/4; con Volo radente, Cammelli e Relitti proseguo nella ricerca della descrizione in musica, mentre con Corale ed Amen - Insistito molto provo ad affrontare il tema del coro, dell'insieme di voci. Per l'Amen ho messo a disposizione anche lo spartito dell'arrangiamento per solo coro.
Danze, inni ed altri brani come Danza zingara o La favola della sera rappresentano l'evoluzione della ricerca musicale e si differienziano dalle creazioni precedenti.
Un discorso a parte per Variazioni su sonatina op.49: è un famoso brano per pianoforte di Beethoven che ho voluto re-interpretare in chiave swing-jazz: spero che Ludwig non se la sia presa troppo.

Classical
Classical
1. Gioco per due trombe
2. Allegro per tre clarini
3. Duetto facile per flauto e oboe
4. Festa di primavera (per banda)
5. Inverno
6. Sonatina per archi e tromba
7. Oniria
8. Nuova Europa
Classical
L'album con le mie creazioni ispirate al classico. Il confronto con la musica che viene spesso ritenuta seria non può che avvenire con un minimo di rispetto: esiste fin troppo materiale per effettuare confronti e la sensazione è che ci sia poco da inventare. Potrò sembrare presuntuoso ma secondo me non è così: ritengo il genere molto interessante, completo e, per quanto difficoltoso, molto stimolante. In fondo non potrò mai fare gravi danni.
Ho iniziato molto presto con questo genere di musica: le prime partiture di Gioco per due trombe le ho scritte a quindici anni ed avevo diciotto anni quando sono giunto al manoscritto pressoché definitivo.
Altri brani, come Allegro per tre clarini (che in effetti è per tre clarinetti!) e Inverno fanno parte della musica per piccoli gruppi da camera; proprio con Inverno ritroviamo la musica descrittiva.
La mia (breve) militanza nella banda di Boves (CN) come flautista mi ha spinto a provare a creare un brano per banda e Festa di primavera è il risultato.
Quest'album si chiude con il brano che ha richiesto maggiori sforzi per ottenere un'orchestrazione che tenesse conto, il più possibile, delle esigenze, dei limiti e delle opportunità che può offrire l'organico di una vera orchestra: Nuova Europa nasce come brano per orchestra e cerca di sfruttarne, al contempo, sia la pienezza dell'insieme, sia la particolarità di piccoli sottinsiemi.

1st
1st
1. Maree
2. Aspettando la primavera
3. Madrugada
4. Summer's sunshine
5. Giorno
6. Armonia in la minore
7. Bolero
8. Multimedia
9. Party
10. Il torrente
11. Genesi
12. Danza per gli spettri
13. Temporali
1st
Il mio primo album è una raccolta di composizioni di gioventù, per me molto sperimentali, con brani come Maree, dove cerco di creare armonia più che melodia, oppure Madrugada, dove mi misuro con un organico difficile, come 4 vibrafoni.
Brani come Aspettando la primavera o Summer's sunshine, Giorno... rappresentano attimi di creatività fine a sé stessa, senza sperimentazione ma con la sola ricerca di un'armonizzazione originale.
Danza per gli spettri è il risultato di un'equazione matematica... infatti hanno pesato molto più i calcoli che non la creatività vera e propria per la sua composizione. Multimedia è un brano nato dallo sviluppo dei rumori e suoni che emette un modem per collegarsi alla Rete (siamo a metà degli anni 90).
Infine brani che desiderano essere puramente descrittivi: Il torrente e Temporali, dove gli strumenti e le frasi musicali vogliono rendere l'idea di eventi e situazioni.

1st
2010
Classical
2010
2nd
2011
POI
2012

Io sono Odisseo
2013
Carmina Cantabrigiensia
2013
Sailing to Byzantium
2014
View Mario Giachino's profile on LinkedIn
View Mario Giachino's profile on Twitter

Licenza Creative Commons
L'utilizzo di tutte le opere musicali
pubblicate in questo sito è regolato
da una Licenza Creative Commons.

realizzazione e grafica 2010-2017 - multiwire.net
hosting multiwire.net

Informazioni sulla privacy e sui cookie